Nasco a Brescia nel 1985. Fin da piccolo appassionato di animali e Natura, è solo durante gli studi accademici che decido di voler provare a fotografare le meraviglie naturali che ogni giorno si presentano agli occhi di chi le ama e le sa cogliere.

Prerogativa delle mie immagini è il tentativo di porre sullo stesso livello il lato artistico/estetico e quello naturalistico, campo in cui il coinvolgimento emotivo ed etico diventa ingrediente fondamentale.

Così il fotografare un animale selvatico diventa, dopo essere stata una paziente ed amichevole sfida col soggetto, desiderio di conoscenza e conservazione della fragile ed affascinante biodiversità che permette al genere umano di (r)esistere ancora.

Fotografare la Natura è immergersi in un mondo senza l’uomo, un mondo in cui i nostri pensieri e le nostre convenzioni non contano assolutamente nulla e ci si ritrova disarmati faccia a faccia con un grande mistero: la vita, nella sua essenza. Fotografare, in fondo, non è altro che una scusa. Un pretesto per entrare in contatto con l’essenziale, per tuffarsi in una dimensione dove il tempo rallenta il suo fluire fino quasi a fermarsi e a costringerci a riflettere su noi stessi. Oppure, meglio ancora, a non riflettere e semplicemente essere.

Tutta l'armonia, la poesia e la bellezza di cui ho bisogno sono là fuori che aspettano solo uno sguardo attento.

È tutto lì, l'avete sempre avuto davanti agli occhi!